10 Modi Gratuiti per Essere Primi su Google

primo posto su google

Per coloro che cercano di aumentare i loro clienti, essere presenti su internet è fondamentale. Però, purtroppo, la sola presenza sul motore di ricerca, non basta. Non solo è necessario essere in prima pagina ma ancora di più essere primi su Google.

Portare il sito della tua piccola impresa al primo posto su Google potrebbe sembrare irrealistico, tuttavia, a volte, posizionarsi in alto nei risultati di ricerca è possibile con non troppa fatica e soprattutto, gratuitamente!

Leggi anche: [GUIDA COMPLETA] Come essere in Prima Pagina su Google

prima posizione su google per la keyword: esperto seo
Raggiunta la prima posizione con la keyword: esperto seo

In questo articolo tratterò diverse azioni concrete che puoi intraprendere per aiutare la tua attività a salire in cima nella SERP, utilizzando due strategie gratuite: ottimizzazione del sito web e ottimizzazione degli elenchi (Maps, Yelp). Tratterò l’importanza del primo posto su Google e poi entrerò nello specifico delle tattiche:

  • Aggiunta di parole chiave in punti specifici del tuo sito web
  • Creazione di contenuti per “persone“, non per Google
  • Creare e aggiornare costantemente la tua scheda Google
  • E molto altro

È del tutto chiaro che la prima posizione di Google è un obiettivo utile (se non essenziale) per qualsiasi azienda, ma esaminiamo prima i suoi vantaggi specifici, poiché ciò può aiutarti a stabilire le priorità all’interno della strategia della tua attività.

Leggi anche: 10 Motivi per cui la tua Azienda ha assolutamente bisogno della SEO

Perché essere primi su Google è cosi importante?

I risultati di ricerca di Google stanno diventando più solidi, con riquadri della conoscenza, caselle di risposta, domande correlate espandibili, risultati locali e altro ancora. 

Con così tanti modi per distinguersi, vale la pena lavorare per il ranking più alto, soprattutto considerando che il traffico e la percentuale di click cadono entrambi in modo precipitoso man mano che uno si fa strada nei risultati di ricerca.

Arrivare al primo posto significa avere una percentuale di clic significativamente più alta

È risaputo che il primo risultato di Google cattura la maggior parte del traffico. Ma lo sapevi che ci sono differenze significative nelle percentuali di clic per i risultati più alti rispetto a quelli più bassi? Uno studio mostra le seguenti percentuali di click in base alla posizione di Google:

• Primo risultato: 28,5%
• Secondo risultato: 15,7%
• Terzo risultato: 8,0%

calo del traffico e dei click rispetto alla prima posizione
Traffico e coinvolgimento diminuiscono precipitosamente dopo i primi risultati.

Il CTR continua a diminuire, scendendo al 2,5% per il decimo risultato (di solito ci sono un massimo di 10 risultati organici per pagina, ancora meno ora con risultati locali, annunci, caselle di risposta e altre nuove funzionalità. Se non sei in cima a risultati di ricerca di Google, stai perdendo molti click.

Ottieni visibilità immediata

I risultati migliori per le ricerche di Google ora popolano anche le caselle di risposta “Posizione zero“, altrimenti note come snippet in primo piano:

posizionamento google al primo posto su google

Guadagnare un primo posto su Google potrebbe portare a essere presenti in uno snippet in primo piano, garantendo alla tua attività una visibilità immediata e aumentando la tua credibilità.

Quota di traffico in prima posizione

Un altro studio ha  rilevato che il risultato più alto su Google cattura il 33% del traffico di ricerca. Più vicino alla parte superiore riesci a far apparire il tuo sito web su Google, migliore è la tua presenza nella ricerca e l’autorità del marchio.

In che modo il ranking in prima posizione è vantaggioso per la tua azienda?

È importante comprendere quali sono i vari vantaggi che la tua azienda ottiene diventando primi su Google.

1. Migliora la tua visibilità

Diciamo che hai la possibilità di costruire la tua attività a Milano. Se dovessi scegliere tra collocare la tua sede sulla strada principale che attraversa la città o in una tranquilla strada laterale, quale sceglieresti? La strada principale, ovviamente.

Con 167 miliardi di ricerche al mese, essere nella prima pagina di Google (ma soprattutto tra i primi posti) è come piantare la tua attività sulla strada più trafficata di Milano. Più persone vedono il tuo sito web, maggiore è la consapevolezza del tuo marchio. Più i consumatori avranno familiarità con il tuo marchio, più saranno ricettivi alle attività di conversione.

2. Genera più contatti

E se dovessi scegliere tra la via principale di una città diversa o una città di clienti ideali? Ci sono tante prime pagine di Google quante sono le query di ricerca là fuori. Il tuo obiettivo è quello di essere primo per le domande che i tuoi clienti ideali stanno eseguendo. In questo modo, vieni scoperto dai consumatori che effettuano ricerche online con l’intento di acquistare o coinvolgere. Queste persone hanno maggiori probabilità di convertirsi in lead e clienti per la tua attività.

3. Aumenta il coinvolgimento

Secondo Adweek, l’81% degli acquirenti effettua ricerche online prima di acquistare e Google è il punto di riferimento per questo. Con le caselle di risposta, la sezione “Le persone chiedono anche” e risultati locali che mostrano informazioni di contatto, mappe, recensioni, valutazioni e descrizioni, la sola pagina dei risultati dei motori di ricerca di Google consente ai consumatori di conoscere, confrontare e interagire con la tua attività prima ancora di fare clic sul tuo risultato

le persone chiedono anche

4. Indirizza il traffico del sito web

Gli snippet e le caselle di risposta possono fornire tante informazioni. Sebbene questo spesso riesce a soddisfare ciò di cui una persona ha bisogno, ci sono ancora una serie di query per le quali le persone inevitabilmente faranno clic su un sito Web. Non dimenticare che spesso sono necessari diversi contatti con un’azienda prima che una persona si converta in cliente; da ciò ne segue che le interazioni con il tuo sito Web sono importanti.

Essere sulla prima pagina di Google aumenta drasticamente il traffico verso il tuo sito web; al contrario, non esserlo ha un enorme svantaggio. Infatti,  la prima pagina di Google cattura almeno il 71% del traffico web (alcune fonti dicono fino al 92%) e la seconda pagina è tutt’altro che una seconda vicina: scende al 6% dei clic sul sito web. Questo forte calo del traffico web è un indicatore di quanto sia importante la prima pagina di Google.

5. Aumenta la tua autorità nel settore

Per entrare tra i primi posti nella prima pagina di Google è necessario creare regolarmente contenuti di alta qualità che soddisfano le esigenze dei suoi utenti. Ciò richiede tempo, ma l’aumento del traffico e la fiducia che ne risulteranno valgono l’investimento.

Inoltre, scrivere regolarmente nel tuo settore e sulla tua attività richiederà di rimanere in sintonia con ciò che il tuo pubblico di destinazione vuole sapere. Essere primi sui motori di ricerca è importante perché facilita lo sviluppo e il mantenimento di una solida base di conoscenze su cui la tua azienda può stare saldamente.

6. Guadagna fiducia

L’algoritmo di Google è progettato per riconoscere contenuti spam, sospetti e di bassa qualità. Se appari costantemente tra i primi risultati di Google, significa che Google ti riconosce come una fonte affidabile di informazioni e che i consumatori si fidano delle aziende di cui Google si fida .

come rendere visibile un sito tra i primi risultati su google

7. Costruisci il tuo pubblico

Come accennato in precedenza, per essere primi su Google è necessario creare contenuti sempreverdi e di alta qualità. Questo tipo di approccio è ciò che continua tutt’oggi a funzionare. Può essere riproposto e ridistribuito su una varietà di canali di marketing inclusi social media, e-mail e annunci a pagamento.

I tuoi sforzi basati sui contenuti per arrivare nei primi risultati di Google ti forniranno più materiale e più opportunità per interagire con il tuo pubblico di destinazione, coltivare i lead e rimanere al primo posto.

8. Accelera il tuo ciclo di vendita

I consumatori oggi hanno così tante opzioni tra cui scegliere, oltre all’accesso a tutte le informazioni e gli strumenti di cui hanno bisogno per scoprire, controllare e prendere una decisione in merito a un’attività. Secondo te, da dove iniziano le loro ricerche? Google! Entrare nella prima pagina di Google ed essere primi sul web, ti aiuta a portare quei lead in cima alla canalizzazione e a mettere in moto il tuo ciclo di vendita.

In quanti modi diversi puoi accedere gratuitamente alla prima posizione di Google?

Arrivare primi su Google non è solo un obiettivo comune tra i proprietari di piccole imprese, ma anche molto fattibile. Google non si concentra sulla quantità, ma sulla qualità. Di conseguenza, un’azienda più grande o un budget più grande non equivalgono ad un rango superiore. 

Ci sono diversi fattori dietro l’algoritmo di Google e, grazie al fatto che la pagina dei risultati di Google ha molti componenti diversi, ci sono anche diversi tipi di media che possono ottenere lo stato di “primo risultato“. Loro includono:

• Post di blog e pagine del sito  (nei risultati organici)
• Il tuo Google My Business (nel  locale / mappe)

L’ottimizzazione della scheda di Google My Business garantisce che la tua attività e le relative valutazioni vengano visualizzate per le query locali.

• Snippet del contenuto del tuo sito web (nelle numerose funzionalità della pagina dei risultati di ricerca di Google, tra cui “Le persone chiedono anche” e la casella di risposta).

• Le tue pagine di destinazione (questo è tramite la sezione degli annunci a pagamento, che non è gratuita, ma vale comunque la pena menzionarla. Per ulteriore assistenza sull’utilizzo delle strategie a pagamento per arrivare primi su Google, vai a questo post sui tutorial di Google Ads)

Ora torniamo ai due mezzi gratuiti con cui puoi arrivare alla prima pagina.

Leggi anche: I 30 Modi migliori per promuovere la tua Attività nel 2022, con o senza denaro

Come utilizzare il tuo sito web per arrivare al primo posto su Google

La pratica di allineare il tuo sito web ai fattori di ranking dei motori di ricerca è chiamata ottimizzazione dei motori di ricerca (SEO). Non serve ottimizzare necessariamente l’intero sito per i motori di ricerca in una volta, ma piuttosto ogni singola pagina del tuo sito. Ecco come farlo:

1. Determina le tue parole chiave

Innanzitutto, determina a quali query di ricerca desideri che Google risponda con le pagine del tuo sito web. Queste sono note come parole chiave (keyword), che, tra l’altro, possono essere singole parole o frasi.

Esempi di parole chiave includono:

  • “fotografo vicino a me”
  • “ristorante Milano”
  • “riparazione condizionatori Bologna”
  • “come riparare un tetto che perde”
  • “come essere primi su Google”

Ogni pagina del tuo sito web dovrebbe avere come target un diverso insieme di parole chiave in modo che le pagine non siano in competizione tra loro.

Le parole chiave giuste per la tua attività sono quelle che i tuoi clienti ideali digitano per ottenere i prodotti e i servizi di cui hanno bisogno. Per assistenza nella scelta delle parole chiave per il tuo sito, prova ad utilizzare seozoom.

2. Indica a Google quali parole chiave stai utilizzando

Google funziona eseguendo la scansione del Web, classificando i milioni di pagine esistenti e archiviandole in un indice. Quando un utente esegue una ricerca, Google può quindi eseguire la scansione del suo indice più organizzato (piuttosto che dell’intero Web) per ottenere rapidamente risultati pertinenti.

Pertanto, un altro passo importante per apparire al primo posto su Google è rendere il più semplice possibile per Google la scansione, l’indicizzazione e il recupero del tuo sito. Fallo inserendo le parole chiave nei seguenti posti:

Meta titolo

Ogni post del blog e pagina del tuo sito web ha un meta titolo. Questo titolo appare nella parte superiore della tua pagina sotto forma di intestazione ma anche come titolo dell’elenco di quella pagina nei risultati di ricerca (a seconda delle impostazioni del tuo CMS).

Meta descrizione

La meta descrizione è il piccolo blurb che compare sotto il titolo nei risultati di ricerca di Google.

meta descrizione

Oltre a dire a Google di cosa tratta la tua pagina, la meta descrizione dice rapidamente a un ricercatore cosa può aspettarsi se fa clic sulla tua pagina, aumentando i click pertinenti a quella pagina. Pertanto la meta descrizione aiuta Google a mettere la tua azienda sulla prima pagina per le ricerche giuste e aiuta i ricercatori di Google a mantenerla lì.

URL

Il tuo URL è costituito dal tuo nome di dominio (come seo-digitalmarketing.it), seguito da una barra, seguita da testo separato da trattini.

L’inclusione di parole chiave nel tuo URL aiuterà Google a identificare più rapidamente di cosa tratta la tua pagina. Inoltre, l’URL viene visualizzato tra il titolo e la meta descrizione nei risultati di ricerca. Un URL pulito che corrisponda al titolo della pagina è più attraente e affidabile per gli utenti e più adatto per le apparizioni al primo posto.

Alt text (testo alternativo)

Google può vedere le immagini solo se l’immagine ha un’alternativa di testo (aka alt tag). Se il tuo tag alt include parole chiave, Google può rilevare un’ulteriore pertinenza di quella pagina e sentirsi più a suo agio nel posizionarti primo nei risultati di ricerca.

Leggi anche: 10 Motivi per cui Google non Indicizza il tuo Sito

3. Scrivi per le persone e non per Google

Naturalmente, il corpo del contenuto della tua pagina è il posto più importante per includere le parole chiave per le quali stai cercando di classificarti. Tuttavia, è fondamentale che queste parole chiave non siano inserite in modo sistematico ed eccessivo ma naturalmente. In effetti, Google ora può rilevare il keyword stuffing e se lo fa ti collocherà lontano, lontano dalla prima pagina dei suoi risultati.

La chiave per essere primo su Google è fornire contenuti utili, affidabili, di facile lettura ma informativi che manterranno il tuo pubblico di destinazione sulle tue pagine e torneranno per saperne di più. Tieni presente che condividere “in modo colloquiale” le tue conoscenze è sia gratuito che facile. 

Ricorda solo che se vuoi posizionarti nella prima pagina di Google per una particolare ricerca di parole chiave, la tua pagina deve fornire le informazioni, e non solo le parole chiave, che gli utenti stanno cercando di ottenere quando digitano quella keyword in Google.

4. Enfatizzare la posizione su Maps

Un altro modo gratuito per portare le pagine del tuo sito web nelle prime posizioni di Google è indirizzare le query basate sulla posizione. Assicurati che il tuo sito web indichi chiaramente la tua città e/o area geografica, tramite la tua pagina dei contatti ed eventualmente anche attraverso i post del blog e le pagine dei servizi

In questo modo, quando le persone cercano: “il tuo settore” + “la tua città”, Google raccoglierà tali informazioni e mostrerà la tua attività come risultato di ricerca “vicino a me”.

Anche se un utente non esegue la ricerca utilizzando una posizione specifica, Google pubblicherà comunque risultati geograficamente rilevanti in base al suo indirizzo IP, quindi la SEO locale non è solo gratuita, ma sempre importante (anche durante una pandemia).

5. Ottimizza il sito per i dispositivi mobili

Non troverai un sito Web all’inizio di una ricerca di Google che non è reattivo. I consumatori ora utilizzano telefoni e tablet più di computer e laptop e la maggior parte delle ricerche locali viene eseguita su dispositivi mobili. Di conseguenza, Google preferisce i siti Web ottimizzati per i dispositivi mobili. In effetti, tutti i siti sono ora soggetti all’indicizzazione mobile-first.

page speed test velocità sito

Reattivo è l’ideale, poiché il tuo sito Web si adatterà a schermi di qualsiasi dimensione e manterrà la funzionalità. Tuttavia, se non disponi di un sito Web reattivo, puoi apportare modifiche al tuo sito per garantire un’esperienza ottimale per un utente mobile.

6. Concentrati sull’esperienza dell’utente

Essere mobile friendly non è abbastanza per un sito web. Deve anche essere accattivante e facile da usare. Un sito web con una navigazione intuitiva, inviti all’azione chiari e risposte alle domande più immediate dei tuoi competitor, manterrà i visitatori lì più a lungo e torneranno più tardi, cosa che Google noterà e, a sua volta, ti classificherà più in alto. Più alto è il ranking, maggiore è il traffico che otterrai sul tuo sito e maggiori saranno le probabilità che tu venga posizionato al primo posto.

Come utilizzare le schede di attività commerciali per essere primi sui motori di ricerca

Oltre alle pagine del tuo sito web, gli elenchi delle directory aziendali online possono essere visualizzati anche nella prima pagina di una ricerca su Google. Ecco cosa devi fare:

7. Crea un account Google My Business

Google My Business si sta evolvendo in uno degli strumenti più potenti (per non dire gratuiti) per gli imprenditori locali. Sia Google Maps che Ricerca attingono da Google My Business per produrre elenchi locali (noti come profili dell’attività). 

La creazione di un account Google My Business è un modo semplice e veloce per aggiungere più informazioni al profilo della tua attività, che aiuta ad apparire sulla prima pagina di Google Maps e Ricerca (nella sezione dei risultati locali). Assicurati di procedere con la rivendicazione e la verifica della tua inserzione in modo da poter monitorare, mantenere e ottimizzare la tua inserzione.

scheda di google my business (profilo attività)

8. Ottimizza il tuo profilo aziendale di Google

Parlando di ottimizzazione della tua scheda, considero questa strategia un’entità separata perché mentre la creazione di una scheda Google può aiutarti con la tua visibilità, la sua ottimizzazione può portarti molto lontano in termini di posizionamento. Invece di creare una semplice scheda e sperare che venga visualizzata per una o due ricerche, ottimizza la scheda della tua attività commerciale su Google per la massima visibilità. Ecco come:

Completa ogni sezione del tuo profilo

Più informazioni includi nella tua scheda di Google My Business, più ricerche possono essere visualizzate nella prima pagina. In effetti, gli elenchi completi di Google My Business ottengono, in media, 7 volte più clic rispetto agli elenchi incompleti.

Mantieni il tuo nome coerente

Usa sempre lo stesso nome per la tua attività. A Google non piacciono le discrepanze, anche quelle minori come “Co”. vs “Azienda”

Aggiorna le tue informazioni

Non essere in grado di trovare la tua attività, presentarsi per trovarla chiusa o convincere un operatore quando si tenta di chiamare può non solo scoraggiare un cliente, ma anche portarlo a diffidare della tua attività e scrivere una recensione negativa. Rimani aggiornato sulla tua scheda Google e apporta gli aggiornamenti e le modifiche necessari in modo che possa essere abbastanza affidabile da essere in cima alla lista.

Carica le foto nel tuo annuncio

Google My Business si impegna a fornire ai consumatori quante più informazioni possibili su un’attività, prima ancora di incontrarla. Ciò include come sarebbe quell’attività dal vivo, quindi assicurati di caricare foto che descrivono non solo i prodotti e i servizi offerti dalla tua attività, ma anche l’atmosfera e le persone che la frequentano.

Se segui tutti questi consigli, i risultati non dovrebbero tardare ad arrivare. Queste che vedi di seguito sono le visualizzazioni che ha ricevuto un’attività che seguo (thirtyfive studios) nell’arco di un mese. Se non ci credi, prova tu stesso a ricercare su google “wedding videographer italy” e dai un occhio al primo risultato su Google.

rendimento scheda google my business

9. Ottieni le recensioni dei clienti

Gli utenti di Google amano vedere cosa pensano gli altri di un’attività, quindi non sorprende che le attività con recensioni Google più positive vengano visualizzate nei primi risultati. Chiedi ai clienti di persona e crea un link rapido per ottenere le recensioni. Anche se tecnicamente rientra nell’elenco delle ottimizzazioni di Google My Business, non dimenticare che ci sono molti altri siti di recensioni, che hanno tutti un impatto sul tuo posizionamento organico.

recensioni sulla scheda di google maps

10. Elenca la tua attività su altre directory

Google My Business è potente, ma dovresti comunque creare e ottimizzare le inserzioni su altre directory popolari come Yelp. Primo, perché Yelp ha un traffico elevato ed è ampiamente considerato da Google, quindi la pagina di Yelp della tua attività può benissimo essere visualizzata sulla prima pagina di Google per ricerche pertinenti. 

In secondo luogo, perché un elenco solido con recensioni positive migliora la tua presenza online in generale. Le recensioni online e i collegamenti da altri siti attendibili inviano segnali a Google che figurano nel suo algoritmo di ranking.

Come per il profilo della tua attività di Google, assicurati che il resto degli elenchi di directory online siano completi e accurati, coerenti su tutte le piattaforme, aggiornati e che stai raccogliendo e rispondendo alle recensioni. Non dimenticare di aggiungere foto anche alle tue inserzioni online.

Come essere primi su Google [riassunto]

Arrivare in cima a Google, o anche solo migliorare il proprio posizionamento, è molto fattibile, anche per le piccole imprese. Ci vuole lavoro e tempo, ma è una delle cose più importanti che puoi fare per la tua attività. Sapendo dove e come apportare le modifiche, puoi dare alla tua attività la visibilità che merita. Ecco le strategie in un riassunto:

  1. Crea una strategia di parole chiave per indirizzare i termini che i tuoi clienti target stanno cercando.
  2. Incorpora le parole chiave nel contenuto del tuo sito Web e nei tag HTML.
  3. Scrivi per le persone (non per i motori di ricerca).
  4. Scegli come target le ricerche basate sulla posizione.
  5. Ottimizza per dispositivi mobili.
  6. Concentrati sull’esperienza dell’utente.
  7. Crea un account Google My Business.
  8. Ottimizza il profilo della tua attività.
  9. Ottieni le recensioni dei clienti.
  10. Elenca la tua attività nelle directory.

Se dopo aver fatto tutto questo hai ancora problemi a posizionarti al primo posto su Google, puoi usufruire di una consulenza totalmente gratuita con me accedendo alla mia pagina dei contatti.

Leggi anche: 15 Modi per rendere il tuo Sito Web più visibile su Google (e altrove)

corbisiero francesco esperto seo

Francesco Corbisiero

Sono un consulente SEO e di marketing digitale. Supporto aziende B2B, B2C e Startup nel generare più lead, vendite e aumentare i ricavi online. I miei 5 anni di esperienza nello sviluppo e nell’esecuzione di strategie di marketing digitale hanno aiutato attività di piccole e medie dimensioni a migliorare il loro traffico organico, l’ottimizzazione del tasso di conversione, generare più lead e migliorare il ROI sugli investimenti di marketing. 

Stai cercando di far crescere la tua attività con il marketing digitale?

Potrebbe interessarti anche...

offerta seo a tempo

Vuoi far comparire il sito della tua attività in Prima Pagina su Google?

Ore
Minuti
Secondi

Approfitta dello sconto... posizionamento sito web a partire da 300€ al mese anzi che 500€. Cosa aspetti?

Questo Sito utilizza alcuni tipi di cookie necessari per il corretto funzionamento dello stesso. Se vuoi saperne di più o negare il consenso consulta la Cookie Policy. Cliccando su Accetta, acconsenti all’utilizzo dei Cookie.